Tillandsia piante dell’aria

Sospesa nell’aria incanta la Tillandsia, [famiglia delle Bromeliaceae].

Tillandsia piante dell’aria apprezzate per la leggerezza eterea e la capacità di vivere lontano dal suolo, appoggiate ad un ramo oppure adagiate su un sasso vengono comunemente chiamate “piante dell’aria”, ma sono bisognose di acqua, luce e nutrimento al pari delle altre piante.

Al genere Tillandsia appartengono circa 550 specie, originaria delle regioni meridionali degli Stati Uniti e dalla Patagonia. Sono dotate di un apparato radicale semplice, di un fusto con internodi corti e di foglie filiformi.

La Tillandsia ha una grande capacità di adattamento ma trovare il giusto posto dove collocarle fara’ la differenza in termini di soddisfazione. All’aperto il vento fornisce una parte del nutrimento grazie ai tricomi assorbenti presenti nelle foglie che trattengono l’umidità.

In generale sono da irrigare un paio di volte a settimana.

A seconda delle quantita di tricomi possiamo suddividere la Tillandsia in:

Tillandsia foglie verdi
Di origine tropicale o subtropicale, possiede pochi tricomi ben poco evidenti
Es. Tillandsia albertiana, Tillandsia brachycaulos, Tillandsia capitata, Tillandsia velutina.

Tillandsia foglie argentate
Del tipo xerofite, provengono da ambienti piu’ aridi e si nota una presenza più numerosa di tricomi  che formano una fitta peluria che rende le foglie d’argento brillante.
Es. Tillandsia itsneoides, Tillandsia bergeri, Tillandsia juncea, Tillandsia straminea

Tillandsia bulbosa
La base si presenta come un piccolo bulbo tondeggiante con dimensioni di una nocciola, cresce con una buona umidità e temperature medio-alte essendo una specie tropicale. Le foglie assumono diverse direzioni durante la crescita offrendo forme diverse alle piante.

La Tillandsia è una pianta capace di vivere in condizioni di siccità tollera la temperatura fino a 40 °C.
È importante garantire una buona circolazione d’aria e molta luce. In casa si adattano alla temperatura ambiente.
Un’ottima sistemazione è assieme alle orchidee oppure appese tra i rami di una pianta da interni.

Irrigazione
All’aperto, sono sufficienti la rugiada e l’acqua piovana che viene trattenuta.
In casa, tutto l’anno, nebulizzare due o tre volte alla settimana, a seconda del microclima, evitando la pratica dell’irnmersione.
Non usare acqua calcarea. Una volta al mese si puo’ concimare con fertilizzante NPK 10-15-20.

Se vogliamo riprodurla?
La divisione dei polloni è rischiosa ed è necessario attendere che i figli siano grandi come la pianta madre.

Per riprodurre la Tillandsia con i semi, raccolti dal frutto secco e si spargono su una superficie piana poi si raccolgono in una treccia di canapa. Si bagna la treccia e si adagia sui semi rotolando la treccia sui semi aderiscono. Appendiamo la treccia alla luce e nebulizziamo ogni giorno con acqua senza calcio, due mesi e i semi germinano.

Electra Nadalini
Contattami

Electra Nadalini

Seo/Sem Digital Marketing at Magicnet
Specializzazioni:
posizionamento nei motori di ricerca
formazione web-marketing
formazione e-commerce
formazione SEO/SEM/SMM
Electra Nadalini
Contattami

Latest posts by Electra Nadalini (see all)

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.